Siamo tornati: UI AR OPEN

28 Maggio 2020

Siamo tornati: UI AR OPEN

28 Maggio 2020

Abbiamo pianto e riso, abbiamo cantato e ballato, ci siamo arrabbiati e abbiamo imparato tanto. Non ci siamo mai persi d’animo, siamo diventati la migliore squadra di sempre.

Ottantadue giorni di chiusura forzata che sono stati un vero e proprio tsunami. Direttive poco chiare e un intero comparto in ginocchio. Inutile dire che non è stato “un gioco da ragazzi” restare lucidi e positivi.

Non è stato facile gestire oltre due mesi di incertezze, ansie e paure – racconta Andrea Graziano – è stato un periodo intenso da ogni punto di vista. Venerdì riapriremo e sarà una grande festa per tutti noi, in questo lungo e non sempre facile periodo ci siamo presi del tempo per fare tantissime cose, abbiamo approfondito le nostre competenze con corsi e video lezioni on line, abbiamo imparato cose nuove, ci siamo messi a nudo, abbiamo riso e abbiamo pianto, ci siamo presi cura gli uni degli altri, abbiamo imparato a stare vicini anche senza vederci, ci siamo commossi e ci siamo arrabbiati, ma non abbiamo mai smesso di essere una squadra.

Apriamo il 29 maggio alle 18

La nostra FUD FAMILI ha resistito anche alla pandemia. Nonostante le mille paure e alcune poche speranze siamo stati capaci, attraverso l’amicizia e la solidarietà, di superare la distanza, la cassa integrazione che non arriva, l’insonnia e la negazione di ogni più semplice abitudine, come la pausa caffè o la birra alla fine del turno.

Ora siamo pronti a ricominciare: venerdì sarà un grande giorno. Una nuova apertura, quasi più importante di quelle passate. Il 29 maggio alle 18:00 sarà per noi un nuovo inizio, pieno di nuove consapevolezze e nuove responsabilità.

E anche se alcune paure non svaniranno semplicemente “mangiando un panino”, saremo pronti ad affrontarle con voi continuando a regalarvi momenti di serenità. Ci vedrete sorridere anche sotto le mascherine e sapremo con un gesto gentile, farvi dimenticare per un po’ le difficoltà di questo periodo.

Crediamo da sempre, infatti, che il cibo, l’amicizia e una bella tavolata (rigorosamente distanziata) non risolvono i problemi, ma ci aiutano a ritrovare quel po’ di serenità che in questi mesi inevitabilmente è venuta meno.

Come si mangerà da FUD

A Catania, Palermo e Milano è tutto pronto per questa nuova sfida: dispositivi personali per i ragazzi di sala e cucina, nuovi cartelli in fuddish per spiegare come entrare nel locale, come ordinare, come andare in bagno e come pagare, distanziamento sociale con meno tavoli e meno coperti.

Continueremo a non accettare prenotazioni, ma sarà possibile iscriversi in lista d’attesa, inoltre:

  • In presenza di febbre (37,5°c) non si potrà entrare nei nostri locali;
  • Troverete prodotti igienizzanti per le mani in diversi punti del locale;
  • Non si potranno creare assembramenti sia all’interno dei locali che nelle zone antistanti, per questo l’accesso al locale sarà gestito solo dai nostri uscieri.
  • All’interno dei locali è obbligatorio mantenere la distanza minima interpersonale di almeno un metro e di indossare la mascherina quando questo non fosse possibile, e in generale tutte le volte che non si è seduti al tavolo.

Sarà un nuovo modo di lavorare e non sarà facile, inutile negarlo. Ma quello che possiamo garantirvi è che ognuno di noi metterà tutto il proprio impegno e la propria passione per rialzarsi e ripartire più forti di prima.

UI AR BECH, UI AR OPEN!