Birra Tarì, un’avventura al sapore di luppolo e ingredienti a chilometro zero

27 August

Luca e Fabio investono nel loro territorio per per inseguire un sogno: un birrificio artigianale 100% Made in Sicily

Volevo una birra che parlasse dei luoghi dove è prodotta, volevo che fosse sfacciata, prepotente, testarda, acre e amara, dolce e profumata, volevo che parlasse di Sicilia. Quella birra è Tarì.” A dirlo è Luca Modica, il papà di birra Tarì insieme al socio Fabio Blanco.

Questa non è solo una bella storia di imprenditoria nel Mezzogiorno ma è anche un racconto d’amore, di radici e d’appartenenza.

Insieme al malto e al luppolo, in un sorso fresco e gustoso, si colgono le note di una terra ricca e preziosa come quella degli Iblei. Una terra che ispira artigiani, cuochi, produttori, chef e dal 2005 anche maestri birrai. Proprio in quegli anni, infatti, Luca aveva deciso di ritornare a Modica per produrre la sua birra artigianale. Una passione nata a Pavia, dove lavorava come informatico e nel tempo libero aiutava un collega a produrre birra in garage. Da lì la scintilla, che non lo abbandonerà mai più.

Una scommessa non facile soprattutto in un momento in cui si parlava solo di birra prodotta artigianalmente ma non esisteva ancora un vero e proprio mercato.

Quando dieci anni fa – racconta Luca- insieme al mio socio Fabio Blanco, andammo in banca per chiedere un finanziamento per realizzare uno dei primi impianti di birra artigianale in Sicilia ho letto nello sguardo dei funzionari un senso di spaesamento. Nessuno credeva in quel progetto, lo consideravano un investimento molto rischioso.”

In dieci anni però tutto è cambiato e oggi il birrificio Tarì e uno dei più apprezzati e premiati in Italia.

Adesso è più facile –continua Luca- esistono tanti microbiriffici, tanti si sono appassionati ad una bevanda nuova, che si è scoperto poter esser non solo industriale, e in tanti la apprezzano. Quando abbiamo iniziato noi al Sud c’erano pochissimi esempi di birra artigianale. Oggi invece il mercato è in crescita e c’è spazio per tutti.”

La birra Tarì ha un carattere diverso rispetto alle, ormai tante, birre artigianali. È una birra che sa raccontare il territorio.

Le ispirazioni sono tante e  la prima contaminazione tra luppolo, malto e ingredienti aromatici a km zero, ad esempio, è arrivata con Oirat, la birra alle carrube.

Il sogno di una birra al gusto dell’entroterra per Luca e Fabio si è concretizzato con l’arrivo di Trisca, la più mediterranea di tutte le creature Tarì, arricchita dalle note di basilico, coriandolo, zenzero e frumento Russello.

Poi, la celebrazione dell’antica arte modicana del cioccolato con una produzione di birra alle fave di cacao, realizzata, in collaborazione con l’Antica Dolceria Bonajuto.

Tra le ricette di maggiore successo, invece, c’è Tarì Malvarosa, la birra al profumo di un geranio locale particolarmente odoroso. Le cui foglie vengono prodotte dal Vivaio Malvarosa a Giarre, e arrivano ancora freschissime al birrificio per essere infuse e imprigionate per sempre in un abbraccio rinfrescante e chiarissimo.

Ma è Maris, la birra realizzata con acqua di mare, la bionda che ha compiuto il miracolo di portare il mare a Milano. Durante l’inaugurazione di Fud Milano, infatti, si è brindato con la birra prodotta con acqua di mare siciliana, un omaggio all’Isola e un augurio di buon auspicio per la nuova avventura meneghina.

Andrea Graziano, è sempre stato un nostro sostenitore. Fin dai tempi del Sale Art Cafè ha deciso, non solo di acquistare il nostro prodotto e proporlo in carta, ma anche e soprattutto di scommettere insieme a noi sul nostro progetto, mettendoci la faccia e consigliando i nostri prodotti non solo ai clienti del suo ristorante ma anche a tanti altri ristoratori. Per molti anni è stato il nostro ambasciatore a Catania. Quando ha aperto FUD è stato naturale creare una birra sartoriale per lui: nasce così Bir Fud, una birra chiara, schietta e beverina, senza tanti orpelli, perfetta per Fud Bottega Sicula. Oggi il nostro legame è ancora più solido, dopo l’apertura degli altri ristoranti circa il 30% della nostra produzione è destinato al fabbisogno delle botteghe FUD di Catania, Palermo e Milano.”

13 September

Fud a Palermo, 4 anni dopo

1462 giorni per celebrare similitudini e diversità, buon compleanno Fud…

12 September

Alla scoperta della “vinciatutti”, la mandorla autoctona, dal nome insolito, riscoperta da Giuseppe Vetriolo

“La nostra terra è benedetta, la nostra terra produce tutto…

27 August

Birra Tarì, un’avventura al sapore di luppolo e ingredienti a chilometro zero

Luca e Fabio investono nel loro territorio per per inseguire…

31 July

Le nocciole dei Nebrodi: un tesoro da custodire, una bontà tutta da gustare

Grazia e Carla Conti si dividono tra lo studio legale…

17 July

DISCOVER MENU IN IOUR LANGUEIG

FUD poliglotta: adesso parliamo anche cinese e giapponese “Ci sono…

12 July

FUD A MILANO, UN ANNO DOPO

365 giorni per trasformare un sogno folle in una scommessa…