FUD A MILANO, UN ANNO DOPO

12 Luglio

365 giorni per trasformare un sogno folle in una scommessa vinta

In occasione del primo compleanno di Fud Milano ci prendiamo un po’ di tempo per riflettere su ciò che è successo negli ultimi 365 giorni “qui al nord”. II 13 luglio 2018 apriva ufficialmente Fud a Milano: il nostro primo anno milanese è stato molto intenso, con tante, tantissime soddisfazioni, imprevisti da gestire, “misure da prendere” e molta stanchezza buona, quella che ti sprona ad andare avanti e a fare sempre meglio.

Fermiamo qui alcuni punti a futura memoria perché se tutto sembra “facile” col senno di poi, all’inizio i dubbi e le incertezze sono tante. E noi ci siamo sempre mossi coi piedi per terra.

  • È importante scegliere i giusti compagni di viaggio (come già successo con l’esperienza di Palermo) perché qualsiasi avventura nuova, per quanto rischiosa, ha molte più chance di riuscita se affrontata con persone mosse dai tuoi stessi ideali. Vittorio e Saverio Borgia si sono rivelati una scelta più che vincente. Diventare un brand nazionale, in questo caso, significava mettersi in gioco in un modo nuovo e imprevedibile. Per questo i nostri “alleati” dovevano avere la stessa passione e la stessa scintilla che caratterizzano Andrea Graziano.
  • Mai sottovalutare l’impatto mediatico. Abbiamo ricevuto una montagna di recensioni, siamo apparsi in più di 200 giornali e riviste, abbiamo accolto giornalisti, atleti e personaggi dello spettacolo. Ognuno di loro ha raccontato il mondo di Fud a suo modo, mettendone in luce pregi (e per carità, qualche difetto). Ma la cosa che più ci ha dato soddisfazione è quella di non essere stati fraintesi: la nostra anima non mente.
  • La Sicilia non è solo un’isola è un modo di essere che va oltre gli stereotipi e i pregiudizi. Siamo stati accolti con calore sincero e un pizzico di curiosità da tutto il capoluogo meneghino.
  • Anche nei confronti di Milano ci sono pregiudizi e luoghi comuni, che abbiamo visto infrangersi uno ad uno molto velocemente. I nuovi ragazzi hanno saputo fin da subito mettersi in gioco e collaborare, integrandosi alla perfezione con i “veterani” da Catania e Palermo.
  • Non bisogna mai dare nulla per scontato. I nuovi ritmi e le nuove richieste imposte dall’apertura del terzo Fud hanno reso necessario l’arrivo di nuovi produttori nella FUD FEMILI. Nuovi amici che ci hanno raccontato un altro modo di fare impresa, sempre nel rispetto dell’etica e della produttività sostenibile. È stata una gran bella scoperta.
  • Nessuna impresa è impossibile quando si fa squadra.
    Milano ha dei ritmi diversi e alcuni eventi avrebbero potuto metterci in difficoltà. Ma Fud è una famiglia che va ben oltre i confini regionali. In soccorso sono arrivati a Milano i più esperti tra i FUD PIPOL per aiutare a superare l’aumento di richiesta. In questo modo abbiamo affrontato alla grande l’invasione durante la Milano Design Week.
  • Milano ha cambiato Fud perché gli ha dato un respiro più ampio e ancora più internazionale. Milano è stato il motore per capire quanto ancora ci sia da lavorare e soprattutto quanta strada abbiamo fatto.
  • Milano non ha cambiato Fud perché nell’essenza è rimasto sempre fedele a sé stesso, all’etica dei suoi produttori, alla qualità dei suoi ingredienti, alla bontà dei suoi panini.
  • In tanti ci dicevano: “Aprite a Milano? In estate? Non c’è nessuno”. E invece da subito abbiamo avuto un gran riscontro durante tutta la scorsa estate, seppur afosa. E anche di questa in corso, non ci lamentiamo.

Oggi, quindi, festeggiamo tutto questo e quello che deve ancora venire. Spegniamo questa prima candelina sorridendo, consapevoli che bisogna prendersi il tempo per godersi questi piccoli e simbolici traguardi, sempre pronti per i prossimi.

E se è vero che il primo compleanno non si scorda mai, noi non vediamo già l’ora che arrivi il prossimo. Certi che sarà ancora più ricco ed emozionante. Perché al prossimo EPPI BERDEI FUD saranno passati altri 365 giorni insieme.

15 Gennaio

Angelo Manna e FUD: quando l’amicizia nasce da un SorRiso

Angelo Manna, l’agronomo giramondo che ha riscoperto l’antica tradizione del…

17 Dicembre

Lo Shek Burgher e il sogno di Massimiliano Castro

Ecco come una nasce la lunga storia d’amore tra FUD…

15 Dicembre

Sette volte EPPI BERDEI FUD Catania

Il sette è un numero pieno di significati: è magico,…

9 Dicembre

Treni e aerei costano troppo? Contro il caro biglietti ci pensa Fud

A Natale, 87 “terroni a Milano” tornano a casa con…

2 Dicembre

I formaggi a caglio vegetale, “l’esperimento” di Gatì che ha salvato la capra girgentana

Robiola, taleggio, formaggi a pasta morbida ottenuti facendo fermentare il…

5 Novembre

Dal Messico a un paese vicino Ragusa: il cioccolato preferito di Fud si chiama Bonajuto

Il cioccolato come piaceva ai Conquistadores, a Modica l’Antica Dolceria…